Per risparmiare energia in casa bastano poche e semplici accortezze quotidiane. Se non sai come fare, qui trovi 10 trucchi pratici.

Sai qual è il principale fattore di crescita dei consumi energetici in casa? L’abitudine.
Più ripetiamo quotidianamente un gesto, più tenderemo a darlo per scontato e a sottovalutarne l’impatto, non applicando quelle piccole accortezze che potrebbero farci risparmiare.

1 – Distingui tra “spegnere” e “lasciare in stand-by”.

Possiamo dire di aver spento la TV quando è ancora accesa la luce rossa? Non esattamente; la differenza sta proprio nel fatto che lo stato di stand-by richiede comunque energia elettrica, seppur in minima quantità.

Controlla tutti gli elettrodomestici di casa valutando quanti sono sempre accesi e distinguendo quelli che per forza di cose devono rimanere tali (come il frigorifero) e quelli a cui possiamo staccare la spina (macchina del caffè, computer…).

Inoltre ricorda che anche il caricabatterie del cellulare, se attaccato alla presa di corrente, consuma.

2 – Aumenta la luce in maniera naturale.

Ti suggeriamo di accendere l’interruttore solo quando necessario e sfruttare la luce del sole più che puoi. Per aumentarne l’effetto, aggiorna l’arredamento di casa così:

• Dipingi il soffitto di un colore più chiaro rispetto al colore delle pareti.
• Prediligi i materiali riflettenti, come piastrelle lucide o mobili laccati.
• Posiziona gli specchi in modo che riflettano la luce che entra dalle finestra.
• Scegli tende dal tessuto leggero.

3 – Saluta per sempre le lampade alogene.

Dal 1° settembre 2018 le lampadine alogene ad alto consumo sono bandite, secondo la direttiva europea UE 244/2009 che vuole incentivare l’uso di alternative più eco-friendly. Nonostante ciò, i negozi hanno ancora la possibilità di vendere le vecchie lampadine fino ad esaurimento scorte. Fai attenzione al momento dell’acquisto e prediligi quelle a basso consumo, che durano anche molto più a lungo, permettendoti di ammortizzare meglio la spesa. Puoi scegliere tra lampade a fluorescenza o LED.

4 – Occhio al frigorifero.

È l’elettrodomestico più energivoro, ovvero che “mangia” più corrente elettrica. Per questo dovresti prestare particolare attenzione al tuo frigorifero. Probabilmente fa parte della famiglia da diversi anni ed è sempre lì, nel momento del bisogno. Ma sei sicuro che il posto dove l’hai collocato sia il migliore? Il frigo dovrebbe stare a circa 10 cm di distanza dalla parete e lontano da fonti di calore come caloriferi o forni. La sua temperatura interna, inoltre, dovrebbe attestarsi tra i 5 e i 6 gradi.

5 – Fai girare bene la lavatrice.

Fare il bucato è un dovere, ma ci sono piccoli trucchi coi quali possiamo evitare inutili sprechi di energia, oltre che di acqua. Uno di questi prevede l’utilizzo della lavatrice a carico pieno e preferibilmente di sera, soprattutto se hai una tariffa bioraria. Calcola che per la maggior parte degli indumenti bastano 40 gradi e che più aumenti la temperatura, più aumenti il consumo energetico (oltre che il rischio di rovinare i capi).
Il prelavaggio? Si può anche farne a meno.

6 – Usa il condizionatore Q.B.

Conosciamo quella sensazione, quando il caldo ti attanaglia e vorresti vivere abbracciato al condizionatore. Però è bene non farsi prendere dall’emozione del momento e provare prima a usare la funzione “deumidificatore”.

Se non dovesse bastare a placare i tuoi bollenti spiriti, puoi procedere con l’accensione del condizionatore, a patto però di mantenerlo a una temperatura non troppo diversa dall’esterno. Uno scarto di 6 gradi massimi (o una temperatura non inferiore ai 26° C) basta sia a darci sollievo che a evitare spiacevoli ripercussioni sulla salute.

A proposito di salute, per mantenere in buono stato il condizionatore ricordati di pulirlo, cambiarne spesso i filtri e non ostruire le sue bocchette dell’aria.

7 – Usa il forno a puntino.

Probabilmente ad attirarti verso il modello di forno che hai attualmente sono state tutte quelle diverse modalità di cottura, ma sapevi che la migliore è solo una, ed è quella ventilata?

Mantiene la temperatura interna uniforme e accorcia così i tempi di cottura.

Quando il forno è acceso, cerca di trattenerti dall’impulso di aprire lo sportello per controllare a che punto è la pietanza e spegni pure un po’ prima del previsto: ci penserà il calore immagazzinato a fare il resto.

8 – Non stirare, anche per il bene del pianeta.

Per evitare troppe pieghe, puoi prestare più attenzione alla fase di stenditura, ma anche ai tessuti dei vestiti che compri.

9 – Fai acquisti di un certo livello (energetico).

Se stai valutando l’acquisto di un nuovo elettrodomestico, scegline uno a basso consumo o dalla classe A in su. A proposito di etichette energetiche, sapevi che dal 1° marzo 2021 le classi A+, A++, A+++ scompariranno?

10 – Leggi la bolletta, davvero.

Secondo un’indagine di Facile.it, l’89% dei visitatori del sito ha dichiarato di non essere consapevole dei propri consumi energetici. Controlla sulla bolletta non solo l’importo da pagare, ma anche quanto usi effettivamente di luce e gas e approfitta del mercato libero per vedere quale tra le nostre offerte potrebbe fare più al caso tuo.

(fonte: accendilucegas.it / Immagine anteprima: Shutterstock / Immagine header: Google)

Assistenza Clienti
Invia richiesta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi